Ferite riconciliate: un percorso pasquale

Una rilettura teologica di “Auf jeden Fall / sensaltro”

.

[pubblichiamo di seguito le introduzioni al volumetto “Ferite riconciliate” edito in occasione del periodo pasquale 2021; li libretto racchiude foto e testi delle installazioni della mostra “Auf Jeden Fall / sensaltro” rilette in chiave teologica. Il volumetto può essere richiesto gratuitamente all’unità pastorale di San Giuseppe e San Zeno di Cassola o presso il laboratorio di restauro “Futuro Antico”]

Risanare fratture, guarire ferite, generare futuri

Sapevamo della mostra che Lampi Creativi aveva allestito a Nove in occasione dell’annuale festa della ceramica la cui ultima edizione si è tenuta nel settembre scorso. L’intenzione era senz’altro quella di visitarla ma a rafforzarla è stato il commento di Sara, un’amica che ci aveva messo il naso prima di noi e che, lapidariamente, come suo solito, ci aveva detto che quelle di Fabiola Scremin (l’autrice) erano le prediche che voleva sentire a Pasqua nelle chiese che già poco frequenta (se non in occasione dei funerali) e non le solite parole di circostanza. La colpiva, come ha colpito noi, l’intreccio fra un intervento tecnico su materiale ceramico artistico fatto per riconsegnare integrità a dei manufatti e i diversi tentativi dell’umano di risanare fratture, guarire ferite, generare futuri. Era questa la predica a cui Sara faceva riferimento.

L’operazione artistica di Fabiola e la provocazione di Sara hanno innescato la miccia che ci ha portato a produrre questo piccolo strumento che mette insieme le immagini dei pezzi ricomposti, le parole di Fabiola Scremin e quelle di Dario Vivian che aggiungono un altro livello di lettura. Accanto a quello tecnico e psico-antropologico, quello biblico-teologico. Ci sembrava interessante coniugare vita e fede e ci siamo affidati a mani esperte.

Dario Vivian ha esplorato i testi paolini e ne ha agganciati alcuni alle suggestioni offerte dall’autrice. Ne abbiamo fatto anche un percorso quaresimale, qui non ve ne è traccia, per scandire i passi delle comunità di fede dal mercoledì delle ceneri al giorno di Pasqua. Dal letame nascono i fior, cantava Fabrizio De André, da ogni resto, da ogni fallimento, dal terremoto, da un dissesto, da uno sbaglio… quanti altri possibili oltre.

don Stefano e don Vittorio


Cercando la felicità anche nelle conquiste transitorie

La piccola esposizione novese raccoglieva sette (più una) installazioni tematiche sulla pratica del restauro in ambito ceramico, riunite da un titolo poliglotta e irriverente: Auf jeden Fall / sensaltro.

Un titolo che fa riferimento alla certezza potrebbe sembrare un controsenso parlando di restauro, dato il vasto ventaglio di metodologie conservative oggi in uso. Tuttavia l’esposizione aveva più obbiettivi ed il più evidente era quello di vedere in diversi modi la stessa azione: uscire dal greparo! Questi artefatti utilizzano alcune tecniche di restauro, ma non sono nemmeno loro le protagoniste. Il vero soggetto è la tensione esistenziale dell’essere umano, il senso di forza e di equilibrio con cui ci si confronta quotidianamente: in breve una riflessione sulla contemporaneità. Metafora della vita, sono molte le sfumature che si riescono a cogliere nei sette oggetti introdotti da un letto di cocci.

Le suggestioni e le interpretazioni sono molteplici ed è stata una piacevole sorpresa nel vederle rilette in chiave teologica.

Attraverso queste installazioni ho proposto una riflessione sulle incombenze della vita e sulle possibilità di accoglienza che essa offre. Ogni rottura o segno del tempo, ideale cicatrice di un momento transitorio, viene rappresentata e talvolta lasciata a vista assieme alle soluzioni che, nel caso del restauro ceramico, sanano l’incidente di percorso. Una metafora che suggerisce un approccio sereno e determinato alla risoluzione dei problemi in cui si può incorrere nel presente, senza porsi obbiettivi irraggiungibili, ma cercando la felicità anche nelle conquiste transitorie.

P.S.: Auf jeden Fall: in tedesco, “senza dubbio“.

Fabiola Scremin

Ti potrebbero interessare anche questi articoli

fabiola screminLampi Creativi