UNOpiùUNOugualeTRE

Laura Scopa e Terenzio Sonda al Mulino Bortoli di Nove (VI)

Il mulino Bortoli (ex Antonibon-Barettoni, pregevole esempio di archeologia industriale) ospita la doppia personale di Laura Scopa e Terenzio Sonda dal titolo: UNOpiùUNOugualeTRE. Con il consueto impegno l’associazione Nove terra di ceramica continua a far dialogare l’arte fittile del territorio con brillanti esempi provenienti da altre zone d’Italia.

laura scopa ritratto
Terenzio Sonda ritratto

Nelle opere di Laura Scopa la matrice grafica è stata integrata nel medium ceramico: l’essenza di messaggi visivi, inizialmente bidimensionali hanno trovato forma in composizione scultoree anche di grandi dimensioni. L’uso del tornio tradizionale, con cui realizzare opere che ironicamente riprendono giochi e oggetti dai colori brillanti, è stato fin da subito affiancato dall’utilizzo di particolari matrici xilografiche. Che siano “animaioliche”, valigie con ricordi di viaggio o installazioni articolate, le sue opere riprendono e fissano in maniera eterna elementi del vissuto personale.

Terenzio Sonda ha un’esperienza pluridecennale nella pratica della modellazione e della formatura. L’attività imprenditoriale avviata col fratello lo ha tenuto lontano dai circuiti artistici, ma nel contempo gli ha permesso di continuare a praticare con l’argilla e fissare, talvolta, alcuni pensieri. V’è molta ironia, uno sguardo disicantato sul presente e le sue contraddizioni. Ecco quindi che i suoi animali diventano la base attraverso cui ricreare metafore e veicolare messaggi di forte impatto.

mulino nove

L’esposizione, inaugurata nel corso della XXII edizione della “Festa della ceramica – Portoni aperti” di Nove (VI), rimarrà aperta fino a domenica 22 settembre 2019. Affrettatevi!

Per il comunicato stampa completo clicca qui

Per vedere il pieghevole in formato pdf clicca qui

Ti potrebbero interessare anche questi articoli

vettorazzo
spazio nadir vicenza
arte savonaGulliArte
zaratanZaratan
fuori casaAlePOP - Lampi Creativi